martedì 26 maggio 2009

Il credo dell'ottimista

Prometti a te stesso:

* Di essere talmente forte che nessuno potrà disturbare la tua pace mentale.

* Di parlare di Salute, Felicità e Prosperità con ogni persona che incontrerai.

* Di fare in modo che tutti i tuoi amici si sentano importanti.

* Di vedere il meglio in ogni cosa ed essere sempre ottimista.

* Di pensare solo il massimo, di lavorare solo al massimo e di aspettarti sempre il massimo.

* Di essere entusiasta del successo degli altri come lo sei del tuo.

* Di dimenticare gli errori del passato e spingerti verso grandi successi nel futuro.

* Di avere sempre un aspetto allegro e sorridere ad ogni essere vivente che incontri.

* Di dedicare talmente tanto tempo a migliorare te stesso da non avere tempo per criticare gli altri.

* Di essere troppo grande per preoccuparti, troppo nobile per arrabbiarti, troppo forte per avere paura e troppo felice per avere problemi.

* Di pensare bene di te e proclamarlo al mondo, non con grandi parole ma con grandi fatti.

* Di vivere avendo fede che il mondo intero sarà dalla tua parte finché tu sarai fedele alla tua parte migliore.

Il “Credo dell’ottimista” è stato pubblicato per la prima volta nel 1912 nel libro di Christian D. Larson: “Your forces and how to use them”.
Leggi tutto..

Vecchia leggenda Indù

Una vecchia leggenda Indù dice che un tempo tutti gli uomini erano degli Dei, ma abusavano talmente tanto della loro divinità che Brahma, capo degli Dei, decise di togliere loro la potenza divina e nasconderla dove non l’avrebbero mai trovata.Dove nasconderla divenne quindi il grande problema.Quando gli Dei minori furono chiamati a consiglio per valutare questo problema, dissero: "Seppelliremo la divinità dell’uomo in fondo alla terra". Ma Brahma disse: "No, non basta, perchè l’uomo scaverà e la troverà". Allora gli Dei dissero: "Bene, allora affonderemo la sua divinità nell’ oceano più profondo". Ma Brahma rispose ancora: "No, perchè prima o poi l’uomo esplorerà le profondità di ogni oceano e le riporterà in superficie". Allora gli Dei minori conclusero: "Non sappiamo dove nasconderla, perchè sembra che non ci sia alcun posto nella terra o nel mare dove l’uomo non potrebbe eventualmente raggiungerla". Allora Brabma disse: "Ecco cosa faremo con la divinità dell’uomo. La nasconderemo profondamente in lui stesso, perchè non penserà mai di cercarla proprio lì".
E da allora, conclude la leggenda, l’uomo è andato su e giù per la terra, arrampicandosi, tuffandosi, esplorando e scavando per cercare qualcosa che invece aveva sempre racchiusa in sè.
Leggi tutto..