mercoledì 24 giugno 2009

Software HDR a confronto

Ultimamente ho sentito molto parlare di hdr, il che mi ha molto incuriosito. L'hdr è una tecnica usata in fotografia per aumentare la gamma cromatica delle fotografie, utile in particolare in quei casi in cui ci sono zone molto chiare e molto scure. Con questa tecnica si riesce ad ottenere ricchezza di particolari e di toni sia nelle zone luminose che in quelle scure. Ma l'uso dell'hdr può essere anche esagerato volutamente per creare immagini non realistiche ma molto particolari.

Per usare l'hdr basta una fotocamera che permette di variare il tempo di esposizione per scattare diverse foto (almeno 3) identiche nell'inquadratura ma diverse nell' esposizione, dopodichè si può usare un software specifico. Cercando informazioni online sono venuta a sapere che esistono varie alternative: il software più famoso è Photomatix Pro (a €74.71), ma anche Photoshop ha lo strumento hdr, poi c'è il software open source Qtpfsgui (gratuito), e infine easyHDR, versione basic (free) e versione pro (a €30.00), Artizen HDR e Ulead PhotoImpact.

Ho provato un pò di programmi e qui di seguito vi riporto i risultati da me ottenuti. Questi sono i tre files originali, con le tre diverse esposizioni. Si può vedere che nessuno dei tre è perfetto, perchè quello a esposizione media ha un cielo troppo chiaro e un fogliame troppo scuro, quello sovraesposto perde il cielo, e quello sottoesposto perde il fogliame.


Foto a esposizione media


Foto sovraesposta


Foto sottoesposta

Per primo ho provato con molte belle speranze l' opensource Qtpfsgui ma devo dire che sono stata delusa. Innanzitutto non sono riuscita a creare degli hdr decenti e a capire in cosa si differenzino i profili base disponibili. Anche usando le impostazioni personalizzate (?) i risultati non cambiano, e poi non c'è possibilità di salvare in jpg o altri formati comuni. Perciò il mio parere è che questo sofware debba ancora essere sviluppato, almeno in questa versione (v1.9.3)! !

Poi ho provato il software più famoso e costoso, Photomatix Pro, tanto per tirarmi un pò su. Beh, i risultati sono eccezionali e facili da raggiungere, con molte opzioni da settare facilmente comprensibili. Ho subito creato un bell'hdr non proprio realistico ma d'effetto! E poi noto con sollievo che esiste la possibilità di salvare l'immagine in jpg o altri formati. Il mio parere è senz'altro positivo!

Ed ecco il risultato:


Con Photomatix Pro 3

Infine ho voluto provare easyHDR, sia nella versione free che in quella Pro. Diciamo subito che la versione free ha molte ma molte meno opzioni di quella pro, e permette al massimo di creare hdr un pò spenti, magari da ritoccare un pò in seguito con altri programmi, visto che si può benissimo salvare in jpg, e può tornare pur sempre utile per un uso sobrio in caso di foto con zone molto chiare e molto scure, in mancanza di altro.

Ed ecco il risultato:


Con easyHDR Basic

La versione Pro come dicevo ha molte più opzioni ed è molto simile a Photomatix Pro; facendo varie prove sono riuscita a raggiungere quasi gli stessi risultati ma non con la stessa facilità, ma quella brillantezza e calore dei toni chiari non si riesce a raggiungere. Volendolo usare in modo sobrio, cioè realistico, senza creare colori troppo alterati, si rivela un ottimo strumento, sicuramente superiore alla versione Basic. Il mio parere è che entrambi questi strumenti (versione basic e pro) sono delle decorose alternative se si ha un budget limitato e si vuol risparmiare qualcosa o non spendere affatto!!!

Ed ecco il risultato:


Con easyHDR Pro - versione spinta


Con easyHDR Pro - versione sobria
Leggi tutto..